Il comandante vi dà il benvenuto a bordo, ma voi già vorreste scendere ed arrivare a destinazione a piedi: la ragione l’avete proprio accanto, perché il sedile vicino al vostro è stato occupato da un perfetto esemplare della categoria peggiori vicini di posto in aereo. Potete anche cercare di fare studi precisi ed approfonditi, analizzare statistiche e perdere ore sui numeri: nessuno sa spiegare perché, ma a tutti capita almeno una volta nella vita di dover fare un viaggio in “spiacevole” compagnia. Il fenomeno, poi, è anche più evidente nei periodi in cui ogni volo è affollato, perché proprio in quel caso non potete nemmeno tentare un repentino cambio di posto: non serve corrompere la hostess, inutile fingere di essersi sbagliati ed occupare il sedile che qualcun’altro prontamente reclama.

Allacciate le cinture, perché questi sono i peggiori vicini di posto in aereo

1. Quello che non smette di parlare. Vi siete seduti, possibilmente il vostro è uno di quei voli delle prime ore del mattino, durante il quale vorreste solo chiudere gli occhi e riposare un po’. E invece no: il vostro vicino (o vicina) sente l’impellente bisogno di intrattenere una conversazione con voi in merito a qualsiasi argomento gli venga in mente, da “È la prima volta che visiti questa città?” a “Ecco, ti faccio vedere la foto dei parenti che sto andando a trovare”. Mettere le cuffie e ascoltare la musica sarà inutile: il vicino che sproloquia non si ferma davanti a nulla.

2. Quello che vuole fare cambio di posto. Per un fortuito caso del destino, stavolta vi è stato affidato il posto dei vostri sogni, quello accanto al finestrino, ma non proprio su una delle ali. Lo stesso destino, però, sta per tendervi un tiro mancino, perché il vostro vicino farà di tutto per fare a cambio, presentandola come una necessità. Una volta ottenuto il posto, poi, vi farà alzare ripetutamente, perché proprio non riesce a stare seduto al suo posto e quindi preferisce sgranchirsi a più non posso.

3. Il catastrofista. Questa è una categoria molto problematica: si comincia con un lieve “Peccato che la giornata sia nuvolosa, vero?”, per passare rapidamente ad un “Ma sono normale tutti questi vuoti d’aria?” e degenerare nella frase topica “C’è del fumo che esce da uno dei motori!”. Inutile usare la razionalità, perché tra i peggiori vicini di posto in aereo, i catastrofisti hanno sviluppato una resistenza particolare ad ogni regola di buon senso!

4. L’invadente. Preparatevi per una lotta a colpi di gomito, perché il bracciolo della poltrona non basterà per voi e per il vostro vicino. Quella che inizia è una vera e propria guerra senza esclusione di colpi, che decreterà un unico vincitore. Il perdente dovrà trovare una posizione più creativa. Variante sul tema è quello che si addormenta finendo per accoccolarsi sulla vostra spalla. Rientrano nella categoria anche quelli che abbassano tutto lo schienale del sedile davanti al vostro come se dietro non ci fosse nessuno e quelli che occupano tutto lo spazio della cappelliera come se non ci fossero altri passeggeri, “sconfinando” con infinite borse e sacchetti.

5. Quello che russa fragorosamente. Come dei misteriosi mammiferi, alcuni individui sono in grado di emettere dei suoni che l’orecchio umano non sa ancora decifrare. Il vostro vicino dorme un sonno profondo e russa a più non posso: a voi non resta che accettarlo.

Qualora siate riusciti ad evitare uno degli esempi di cui abbiamo parlato, sappiate che potreste ancora incorrere in un’altra categoria che semina terrore a bordo dei velivoli: i bambini.

Che dire per concludere? Vi ringraziamo per averci scelto!

Lascia un commento: