una casa dove si fuma

Lo abbiamo sempre saputo che il fumo danneggia la salute anche delle persone che ci stanno attorno. Abbiamo sempre saputo che il fumo in generale faccia del male. Ma per capire i reali danni derivanti dal fumo, ecco come uno studio dimostra perché una casa di fumatori si possa paragonare allo smog respirato in una città come Pechino.

Lo studio è stato condotto da un’ università scozzese (ed in seguito pubblicato su Tabacco Control) e analizza l’impatto delle particelle sottili sugli individui che vivono a casa con fumatori.

Lo studio è stato condotto su alcune analisi durate 3 anni (2009 – 2013) nei quali sono stati misurati i livelli di particolato fine all’interno delle case dei fumatori e all’interno delle case dei NON fumatori. La presenza di particelle nocive è pari a (93) nelle case vissute dai fumatori e (17) in quelle dei NON fumatori. Una differenza abissale. Misurata da 24 ore sino ad un massimo di 7 giorni.

Il risultato? Il risultato è allarmante. Le case dei fumatori hanno lo stesso indice di inquinamento di una città caotica come Pechino. L’Organizzazione mondiale della Sanità considera questo esperimento come allarmante, visto che restituisce un indice di tossicità troppo elevata, considerato lo spazio limitato di una abitazione.

Lascia un commento: