creativi depressi dona il 5x1000

In Italia, la storia dello studente che trova un impiego (quando lo trova) in un settore diverso da quello per la quale ha studiato, è vecchia, ma pur sempre attuale. Per questo motivo, un gruppo di creativi a capo di una StartUp che di nome fa “Kinedimorae” hanno voluto omaggiare un video virale che riprende per certi versi, quello andato online qualche mese fa, “#CoglioneNo” ve lo ricordate?

Si, quel video dove si ritraevano giovani italiani, alle prese con i mestieri più improbabili, pur di racimolare qualche spicciolo, con la triste scoperta di essere anche sottovalutati e presi in giro.

La nuova campagna, questa volta a favore dei creativi depressi, nasce come forma di pubblicità progresso, per far riflettere sulla triste realtà occupazione con la quale quotidianamente i giovani artisti si interfacciano. In fondo, lo sappiamo tutti che in Italia, non c’è posto per la cultura!!!

CREATIVI DEPRESSI… arriva l’aiuto con il 5×1000

Partendo dal presupposto che i giovani italiani (creativi e non) un mestiere lo trovano sempre, anche se esso differisce completamente dalle loro ambizioni, ecco che avvocati finiscono per fare i barman, segretarie finiscono per fare le ballerine, e graphic design finiscono per fare i fumettisti o ancora, giornalisti che inventano i Pay Off della Lines… che mondo difficile.

Nasce così un nuovo progetto di sensibilizzazione, guarda adesso il video:

“Dona il tuo 5×1000 ai creativi depressi”

Kinedimorae, che ha realizzato la parodia, è una factory creativa nata circa due anni fa grazie al contributo di tre giovani ragazzi che vivono a Milano ma che non sono di Milano. Collaborano con freelance di tutto il mondo, compresi creativi di New York.

 

Lascia un commento: