Hunderasse Chihuahua

Da qualche tempo è stato coniato il neologismo neet, acronimo dell’espressione inglese not (engaged) in education, employment (or) training, ossia chi non ha un impiego e non è nemmeno impegnato in attività di studio o tirocinio. Quelli, insomma, che l’ex ministro Padoa-Schioppa definì miseramente “bamboccioni”. Di contro, però, sono sempre tanti i giovani – e non solo – che si arrabattano alla ricerca di un lavoro che ne migliori le condizioni di vita.

Una nuova proposta arriva dall’Inghilterra, sempre all’avanguardia. È sempre più in voga, infatti, lafigura del dog walker: come si intuisce dal nome stesso, si tratta di portare a spasso i cani degli altri. Alla modica cifra di 26.500 sterline l’anno, oltre 37 mila euro, dunque più di 3 mila euro al mese. Come racconta tra il serio e il faceto il Times, gli annunci di lavoro non sono lontani da qualcosa come

cercasi persona che ami camminare a lungo sotto la pioggia, non ha problemi a passeggiare senza mete precise e soprattutto è entusiasta di raccogliere deiezioni canine.

Non soltanto studenti o chi cerca in tutti i modi di sbarcare il lunario: quella del dog walker ormai è una figura professionale riconosciuta. I clienti sono i londinesi tipici – se ci concedete l’espressione – talmente impegnati nelle loro attività da non avere il tempo di una passeggiata in compagnia del proprio amico a quattro zampe. Una novità ormai talmente strutturata che fioccano siti internet e agenzie specializzate per aspiranti dog walker, la professione del futuro. Anzi, del presente.

Lascia un commento: