Ieri gli asciugamani, oggi le tende, domani un televisore. Potrà sembrarvi banale, ma sono davvero svariati gli oggetti più rubati negli hotel di tutto il mondo. D’altronde, tornare da un viaggio senza neanche un souvenir sembra quasi un sacrilegio, quindi perché non iniziare dagli stessi alberghi? Il 95% di questi, più precisamente, ha dichiarato che i loro ospiti portano via tantissime cose e che i loro furti si fanno sempre più viziosi; la percentuale peggiora soprattutto nel caso delle strutture a quattro o cinque stelle.

5.500€: ecco quanto tocca pagare agli alberghi ogni anno in fatto di furti. Il portale leader dei viaggi, Skyscanner, ha effettuato un sondaggio online, scoprendo così quali sono gli oggetti più rubati negli hotel e quale (soprattutto) il motivo dietro questo gesto. Più utenti che hanno confessato il “reato”, si sono giustificati con la seguente scusa “In realtà ho già pagato col prezzo della stanza”. Vale anche per le posate, i rubinetti, gli orologi o il televisore LED?
Scopriamo subito gli oggetti del desiderio presenti in una camera d’albergo:

  • Bottigliette di shampoo (o docciaschiuma): ben il 47% degli ospiti non può farne a meno.
  • Asciugamani: è la tentazione per il 12% degli utenti.
  • Pantofole: per il 10% dei clienti è la prima cosa da mettere in valigia.
  • Posacenere: secondo il 5,6% degli utenti non ingombra ed è utile. Perché lasciarlo in camera?
  • Accappatoio: è una vera e propria tentazione per circa il 5% degli ospiti.
  • Lenzuola: per il 2,2% dei clienti un soggiorno in hotel è l’occasione migliore per rifarsi il set di lenzuola o coperte.
  • Televisore: nonostante sia un furto un po’ più “impegnativo”, l’1,7% degli utenti non riesce a resistergli.
  • Cuscini: dopo le pantofole, per l’1,3% dei clienti è un’altra cosa da mettere in valigia.
  • Telecomando: poco più dell’1% degli ospiti ha soprattutto ammesso di aver rubato le batterie da telecomando.
  • Tende e quadri: l’1% non riesce proprio a resistere al loro fascino.Vi

Lascia un commento: