giuseppe-marino-albero-melanzane-e-pomodoro

A tutti i biologi, agronomi e a tutti gli esperti botanici, sapevate dell’esistenza dell’albero delle melanzane? Sicuramente la risposta degli esperti del settore e si. Allora come mai il mondo del web e più in generale i media non ne parlano poi così tanto? Seguendo la logica delle rispolverata e  fidandomi sempre di più della potenza del web, ecco riproposta una scoperta che per qualche oscuro motivo, non viene promossa più di tanto.

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sull’albero delle melanzane

La scoperta reca la data 2008 e non si spiega come il mondo del web ne abbia  parlato così poco, o peggio non si comprende come una innovazione genetica così importante, possa essere passata presto nel dimenticatoio.

Parliamo infatti della scoperta di un siciliano, tale Giuseppe Marino (nella foto), un geometra affermato che per passione si occupa di genetica botanica. Lo stesso, è l’ideatore dell’albero di melanzane e pomodoro, che potrebbe ad oggi essere un chiaro risvolto nell’economia del sud Italia così come una valida risposta contro la fame nel mondo.

Ecco come nasce l’albero di melanzane che voi tutti, potete provare a coltivare.

Ciò che vi occorre è trovare la “Solanum torvum” che è una pianta spinosa originaria dell’america tropicale (potete acquistarla online). L’innesto è del tutto naturale senza aggiunta di Ogm. La Solanum torvum è una pianta molto resistente e robusta, che non teme malattie ma che soprattutto resiste ai climi più caldi anche in assenza di una adeguata irrigazione.

L‘albero di melanzane può essere coltivato ovunque, basti che si provveda alla potatura invernale e fruttifica sin da aprile sino ad ottobre. Questo è il mese perfetto per produrre il vostro albero di melanzane, che restituirà frutti con proprietà organolettiche addirittura superiori a quelle coltivate a terra.

Nello specifico Marino, ha innestato delle melanzane nostrane in aggiunta alle melanzane della Tunisia, sui rami della Solanum Torvum con risultati costanti ma soprattutto abbondanti. Dal 2009, il siciliano in questione ha innestato nello stesso albero anche il pomodoro, con risultati eccellenti. Lo stesso Marino, suppone che questo innesto è un prodotto valido per combattere la fame nel mondo, grazie alla sua assoluta qualità e abbondanza, che non teme attacchi o particolari cure.

 

 

3 Commenti

  1. X saperne di più? Se fosse vero e facile come viene presentato e un novità assoluta … Io sarei interessato comprarlo come devo fare ? Vai innestato una volta sola ? E poi l’anno successivo ? Io sarei interessato ad approfondire meglio grazie
    Sauto con affetto resto n attesa x ulteriori spiegazioni …. Giuseppe

  2. Salve Giuseppe,
    non abbiamo il recapito del Sig. Giuseppe Marino, ma basta effettuare una ricerca in rete, per trovare il recapito. Ne hanno parlato tutti, così come anche Repubblica o TgNwes24.

    Le posso tuttavia fornire il link per un video, dove viene spiegato, passo dopo passo, l’innesto: http://youtu.be/d4eZN_LNe3Y

    Grazie per l’interesse mostrato nei confronti di Beezer.
    Saluti

Lascia un commento: