In una nota l’unità di Intelligence dei reparti militari speciali “Falchi” aveva sottolineato che “la sorte di Al Baghdadi non è chiara, anche se è stato visto mentre veniva portato via a bordo di un veicolo” dal luogo dell’attacco.

Poi, fonti mediche e governative hanno fatto sapere che nel raid sono stati uccisi otto membri dell’Isis, tra i quali due dirigenti: Omar al Kubaisi e Saad al Karbuli. Non c’è però nessuna notizia che il Califfo sia stato colpito.

Il governo iracheno ha detto che il raid è stato compiuto contro un convoglio dello Stato islamico che portava diversi dirigenti a un incontro nella località di Karabla, a ridosso del confine con la Siria. Anche la sede dove si sarebbe dovuta svolgere la riunione è stata bombardata.

E’ da quasi un anno che presunte notizie su ferimento o uccisione di Al Baghdadi vengono diffuse. A novembre del 2014 il ministero dell’Interno di Baghdad aveva affermato che il capo dell’Isis era stato ferito in un raid come quello di cui si è avuta notizia in questi giorni, ma in seguito non arrivò alcuna conferma.

Lascia un commento: