fantozzi

BALLE SPAZIALI
– Stella Solitaria: Finalmente alla fine ci incontriamo per la prima volta ma sarà anche l’ultima! (sottovoce) Finalmente alla fine l’ultima… ah!
– Lord Casco: Prima che tu muoia c’è una cosa che dovresti sapere di noi due, Stella Solitaria.
– Stella Solitaria: Che cosa?
– Lord Casco: Sono stato il primo compagno di stanza del cugino del nipote del fratello di tuo padre!
– Stella Solitaria: Che comporta per noi?
– Lord Casco: Assolutamente niente!

L’ALLENATORE NEL PALLONE
Ceretti: E… che tattica adopererete? Adotterete anche voi la zona?
Canà: No, io adotto un altro tipo di tattica: la bizona.
Ceretti: E che cosa sarebbe la bizona, è forse la zona per tornare in serie B?
Canà: La B non significa bi… bi-zona sta per bis-zona cioè due volte zona, come se io a lei dicessi bistrò, che non significa bistrot francese, ma due volte stronzo. Arrivederci.
Ceretti: Africano e maleducato…

CHIEDIMI SE SONO FELICE
[Squilla il telefono e Aldo risponde]
– È lei! La mia ragazza!! Ditegli che non ci sono!
– Ma Aldo hai risposto tu!
– Grazie belli amici che siete!

CHIEDIMI SE SONO FELICE
Aldo, non è che perché hai un frigo degli anni ’60, ci devi tenere dentro la roba degli anni ’60…

L’ALLENATORE NEL PALLONE
Io ho scoperto che tu non sei né figlio d’emigrante né figlio di preta pura, tu sei proprio figlio di puttena… nato!

ATTILA FLAGELLO DI DIO
Io sono Attila:
A come atrocità,
doppia T come terremoto e tragedia,
I come ira di dio,
L come laco ti sangue
e A come adesso vengo e ti sfascio le corna!

SCARY MOVIE
Cindy: Se vedi Bobby… digli che lo amo.
Ray: Ok, se vedo Bobby… gli dico che lo amo.

SHAOLIN SOCCER
Sing: Vorrei salutare i miei genitori ed il mio maestro di shaolin… ma non hanno la tv.

FANTOZZI ALLA RISCOSSA
Signor Fantocci, lei non ha nessun complesso di inferiorità: lei è inferiore.

ROBIN HOOD – UN UOMO IN CALZAMAGLIA
Robin: Signori, prestatemi orecchio…
[i presenti gli lanciano degli orecchi]
Robin: Ma è disgustoso!

NON CI RESTA CHE PIANGERE
No, no, nun dicere sì sì ho capito e poi nun hai capit’ nient’.

FANTOZZI
– Filini: Allora, batti?
– Fantozzi: Mha, che fa… mi dà del tu adesso?
– Filini: No, dicevo batti… batti lei?

NATALE A NEWYORK
Lello: “Scusi, ma lei è Lillo Ferri?”
Lillo: “Sì, ci conosciamo?”
Lello: “Ci conosciamo? Lei ha lavorato tantissimi anni con mio padre…”
Lillo: “Ma che sei il figlio di Lollo?”
Lello: “Sì!”
Lillo: “E come ti chiami?”
Lello: “Lello!”
Lillo: “Ammazza che fantasia. E che fine ha fatto Lollo? Papà…”
Lello: Nun s’è saputo chiù gnente. Se n’è scappato con una ballerina di lap dance!”
Lillo: “E non s’è fatto più vivo?”
Lello: “Solo una volta a casa invece di una cartolina ci è arrivato nu perizoma!”
Lillo: “Quello è sempre stato fissato cò le mignotte… mi ricordo che ai tempi nostri stava in fissa con una certa Ines, un baldraccone… ce la semo trombata in dumila…”
Lello: “Mammà!”
Lillo: “Ah è la mamma?!… e come sta, come sta?”

LA LEGGENDA DI AL JOHN E JACK
– Scusate, ma io ho una sorella?

– Si.
– Domanda: che mestiere fa?
– Il più antico del mondo…

SCARY MOVIE 3
Presidente: La situazione è grave, c’è qualcosa che non mi convince in tutto questo, mi chiami subito il presidente!
Assistente: Signore, è lei il presidente.
Presidente: Allora so già tutto.

SCARY MOVIE 3
– Perché io ho un sogno
– E qual è questo sogno?
– Avere un sogno.

TOTO’ CONTRO MACISTE
Egizi!!… Abbiamo lance, spade, mortaretti, eeeh… tricchi tracchi e castagnole. E con queste armi potenti… dico ARMI POTENTI, noooi…… NOOOOI……….. spezzeremo i reni!!!….A Maciste e ai suoi compagni, A ROCCO E AI SUOI FRATELLI!!!!

Lascia un commento: