pesci d'aprile più famosi

Avete fatto attenzione alla data sul calendario? Oggi è il 1 aprile e, in onore della giornata dedicata ai “tiri mancini”, abbiamo pensato di raccogliere i pesci d’aprile più famosi della storia. Se volete un suggerimento per finire anche voi un giorno nell’elenco delle trovate più riuscite, potreste prendere spunto dagli esempi che vi proponiamo: al resto ci penserà la vostra creatività.

I 10 pesci d’aprile più famosi della storia

  1. Gli spaghetti crescono sugli alberi
    Sarà che era il 1957 e che ancora non si poteva chiedere tutto su Google, eppure  – quando il canale Panorama della BBC diffuse la notizia che gli spaghetti crescono sugli alberi – gli spettatori ci credettero sul serio. Con tanto di finto documentario, venne spiegato che la pasta era coltivata a Lugano e zone limitrofe.
  2. “L’asola” di Lucio Battisti
    Siamo nel 1998 e gira voce che presto uscirà un nuovo album di Lucio Battisti: peccato che le iniziali dei pezzi formano la scritta pesce d’aprile e che il titolo letto senza apostrofo risulti come un bel “La sola” che vuol dire, appunto, fregatura.
  3. Il lavaggio dei leoni bianchi
    Chi vuole assistere al lavaggio dei leoni bianchi che abitano nella Torre di Londra? Nel 1860 una folla di cittadini si radunò sperando di assistere alla singolare pratica, rimanendo a bocca asciutta (e dando vita ad uno scherzo ripetuto nei secoli).
  4. Mettete la targa al cavallo!
    Il quotidiano la notte di Milano diffuse nel 1961 la notizia che per legge tutti i cavalli dovevano essere dotati di targa, in modo da essere riconoscibili su strada.
  5. Calze di nylon sul televisore
    Bella la tv in HD, vero? Nel 1962 in Svezia c’era un solo canale che trasmetteva in bianco e nero: un tecnico apparve al telegiornale spigando che per convertire gli apparecchi e ricevere il segnale a colori sarebbe bastato mettere una calza di nylon sullo schermo.
  6. Cibi per mancini
    Sono due gli episodi da segnalare: nel 1998 “Usa Today” annunciò che Burger King avrebbe servito un Whopper per mancini, più facile da impugnare, mentre nel 1996 la Mars  acquistò una pagina del “Daily Telegraph” per lanciare una barretta per mancini.
  7. Trovato il mostro di Loch Ness
    In quanti ci avranno creduto? Era il 1972: pare che un team di zoologi dello Yorkshire avesse trovato il cadavere di “Nessie”.
  8. Che fine ha fatto la Sirenetta?
    Complimenti al Museo Nazionale di Storia di Copenhagen: nel 1913 la celebre Sirenetta venne rimpiazzata con una versione scheletrica.
  9. L’isola di San Seriffe
    Nel 1977 il Guardian pensò bene di pubblicare un bel reportage, con tante di foto e racconto del cronista, dedicato all’isola di San Seriffe (il cui nome trae ispirazione dal celebre carattere tipografico San-Serif).
  10. Mars attacks!
    In ultimo, ma non per ultimo, tra i pesci d’aprile più famosi della storia abbiamo anche pensato di includere quella che probabilmente è la bufala più riuscita di tutti i tempi (ma che avvenne nel mese di ottobre). La voce di Orson Welles convinse nel 1938 gli americani del fatto che fosse in atto un attacco alieno. In realtà, era solo la lettura della Guerra dei mondi di Herbert George Wells, che scatenò il panico in strada e nelle case.

Cibo, alieni, leoni da lavare: tra i pesci d’aprile più famosi della storia si trova davvero di tutto, pronti a lasciarvi ispirare? Nel frattempo, attenti a quello che sentite in tv o alla radio (o leggete sul web!).

Lascia un commento: