Avete seguito attentamente le indicazioni della vostra ricetta per la pizza, ma il risultato non vi ha soddisfatti? Magari non riuscite a capire dove avete sbagliato e, per aiutarvi, abbiamo pensato di vedere insieme quali sono gli errori più comuni che si fanno quando si prepara la pizza in casa. E’ vero che i risultati possono variare, a seconda di ciò che si vuole portare in tavola, ma è anche vero che esistono alcune regole di base che si dovrebbero rispettare per portare in tavola una pizza perfetta. Volete scoprire quali sono?

Pizza fatta in casa: gli errori più comuni

  1. Sto usando la farina giusta? A ciascuna pizza, la sua farina. L’impasto avrà o meno le caratteristiche che desiderate a seconda della farina che state usando.
  2. Quanto deve riposare l’impasto? E’ necessario programmare un tempo di lievitazione adeguato, in modo che i lieviti possano lavorare ed il glutine possa stabilizzarzi. Una volta formato un bel panetto è bene fare rilassare ancora un po’ l’impasto, così la stesura sarà più facile. Se avete combattuto con impasti troppo duri, probabilmente non ne avete rispettato i tempi di riposo.
  3. Quanto devo impastare?  Quando create i vari panetti per la stesura, non manipolateli eccessivamente: impastandoli di nuovo, potreste causare un irrigidimento della maglia glutinica, con conseguenze negative sui vantaggi ottenuti dal riposo. Dopo la lievitazione, i panetti vanno stesi con delicatezza.
  4. La mozzarella ha allagato la pizza! Questo è un problema molto diffuso: per ovviare, vi basterà tagliare la mozzarella prima e metterla in uno scolapasta per un paio d’ore, quindi strizzarla prima di metterla sulla pizza. Potete anche tagliarla la sera prima e lasciarla in frigo dentro uno scolapasta coperto. La mozzarella di bufala merita un capitolo a parte: di norma, sarebbe meglio usarla a crudo ma, se volete cuocerla, meglio lasciarla scolare per circa 3 ore.
  5. E la temperatura del forno? La pizza necessita di calore e va cotta con il massimo del calore possibile. Il forno va preriscaldato e potete infornare solo quando ha raggiunto la temperatura. Ognuno conosce bene il proprio forno: imparate a sfruttare al meglio quello di casa vostra!

Lascia un commento: