rossetto verde

L’ Oreal lancia una sfida ambientale creando un rossetto verde fatto con ingredienti sostenibili. Una scelta coraggiosa ed un forte messaggio lanciato dal famoso marchio prodotti di cosmetici e di bellezza, che ha deciso di ridurre le emissioni di Co2 nei suoi stabilimenti. L’ intenzione di dare una svolta green è  stata annunciata da JeanPaul Agon,  amministratore delegato della multinazionale, presente in tutto il mondo in ben 130 paesi, affermando che l’ azienda si è prefissata il raggiungimento di obiettivi rispettosi dell’ ambiente entro il 2020.

Il rossetto verde non è il solo prodotto amico del pianeta creato da l’ Oreal, infatti è stato messo in commercio anche uno shampoo, che ha bisogno di un solo litro d’acqua per essere risciacquato al posto  dei 7 attuali.

Quali sono gli obiettivi prefissati da L’Oreal?

Con un investimento di ben 400 milioni di euro in chimica verde  e biotecnologie, la multinazionale si sta impegnando a ridurre del 60 per cento le emissioni di Co2 e di consumo idrico, legate alla produzione dei prodotti. Per discutere sulle strategie da adottare,  L’Oreal  ha coinvolto tutti e 27 i marchi internazionali di cui è proprietaria, dislocate in paesi come: Usa, Sudafrica, India, Brasile, Cina e Nord Europa. Una cosa strana è stata la scelta di lasciare fuori l’ Italia, una coincidenza?

Tuttavia bisogna considerare che L’ Oreal sembra essere sulla giusta strada considerando che tra il 2005 e lo scorso anno i quantitativi di CO2 emessi sono stati ridotti del 39 per cento e la quantità d’acqua impiegata per realizzare un prodotto finito è diminuita del 23 per cento.

Il rossetto verde: una trovata pubblicitaria o svolta reale?

A quanto pare i risultati saranno realmente monitorati da un Panel di ispettori  indipendenti, guidati dall’ex presidente del Costa Rica José Maria Figueres e composto da esperti internazionali, incaricato di valutare con cadenza annuale i progressi raggiunti , anche quelli legati alle risorse umane, specie nei paesi in via di sviluppo.

Lascia un commento: