wat rong khun

Vicino alla città di Chiang Rai, in Thailandia, esiste un qualcosa di unico e affascinante. Stiamo parlando del Wat Rong Khun, il particolare tempio bianco buddhista ed induista nello stesso tempo, realizzato dall’artista Chalermchai Kositpipat. La caratteristica principale di tale opera sta nel materiale con cui è stato fatto, gesso bianco, che lo rende incredibilmente strano ma nel contempo attraente. Per non parlare poi della simbologia da cui l’artista ha tratto ispirazione: da Buddha, passando per influenze ortodosse, arrivando fino a Superman e Batman.

Le caratteristiche del Wat Rong Khun

Chalermchai Kositpipat ha iniziato i lavori nel 1997 e la fine è prevista per il 2070 (ma non è una data confermata). Il suo Wat Rong Khun è una creazione dedicata principalmente al Buddha, come dimostra il colore bianco simbolo di purezza, che non vuole seguire la tradizione, ma preferisce piuttosto la creatività e l’innovazione.

Il ponte che conduce all’ingresso del tempio è fortemente intriso di simbologia religiosa: durante l’attraversamento, infatti, non si possono non notare le tante mani che circondano la struttura e che rappresentano la disperazione nella discesa degli inferi. Continuando, si arriva in un cerchio caratterizzato da due zanne ai lati: sarete all’interno della bocca di Rahu, il dio maestro dell’inganno. Alla fine del percorso, vi attenderà uno stagno di pesci bianchi che vuole essere una metafora del fiume che divide la vita terrena da quella ultraterrena.

Una volta dentro il tempio e tra i suoi giardini, noterete statue del Buddha in meditazione ed improbabili immagini di Superman, Batman e di navicelle spaziali. L’artista ha voluto rappresentare le storie tradizionali del Buddhismo con elementi caratterizzanti la cultura moderna. Impossibile, poi, non notare i vari specchietti che compongono, insieme con il gesso bianco, l’intero tempio e che creano degli effetti luce assolutamente unici. Per l’eccentrico artista, Wat Rong Khun è la rappresentazione del regno di Buddha secondo uno stile da “Sagrada Familia”, come lui stesso fa intendere.

Le critiche al Wat Rong Khun

La maggior parte della popolazione locale non vede di buon occhio la creazione preferendo il rispetto della tradizione, anche se per molti thailandesi il Wat Rong Khun è un’opera meravigliosa. Nel maggio di quest’anno, un terremoto ha seriamente messo a rischio l’esistenza del tempio, ma fortunatamente tutto è stato risistemato. Non ci resta dunque che organizzare un bel viaggio in Thailandia per ammirare la bellezza del Wat Rong Khun e di tutte le altre attrazioni locali che rendono il paese orientale uno dei più visitati del mondo.

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.