Juventus' Mario Mandzukic celebrates with Alvaro Morata after scoring a goal during the Champions League group D soccer match between Manchester City and Juventus at the Etihad Stadium, Manchester, England, Tuesday, Sept. 15, 2015. (ANSA/AP Photo/Jon Super)

Arriva la bocciatura del City da parte dei tabloid inglesi che al contrario, elogiano la prestazione della Juventus, definendoli “maestri” del City.

La partita comincia subito a ritmi alti, in cui City e Juventus si soffermano a studiare l’avversario ma ben posizionati in campo. Manca la cattiveria ad entrambe le squadre che comunque sfornano tecnicamente una grande prestazione. Buffon salva su tiro di Sterling, Morata sfiora il palo. Lo spettacolo non manca, ma il primo tempo termina sullo 0-0. Nel secondo tempo la Juventus ritrova la cattiveria dopo il gol “irregolare” di Kompany (autogol di Chiellini) che si appoggia al difensore italiano con entrambe le mani. Il ritmo della partita aumenta ulteriormente e al 69°minuto ci pensa Pogba a servire una pennellata al bacio al centro per Mandzukic che di piattone al volo mette a fil di palo in rete.

Il City viene colpito al cuore ma continua a lottare su ogni pallone facendo del possesso palla la sua arma principale. Ma la Juve è conosciuta proprio per non permettere il passaggio in area di rigore nemmeno all’acqua. All’81°minuto su iniziativa di Bonucci che lancia per Cuadrado sulla fascia, il pallone viene smorzato dal difensore del City (maliziosamente spinto da Cuadrado) che fa terminare il pallone lungo la linea verticale dell’area di rigore, un invito a nozze per Morata che, arrivando di corsa, con il suo piattone sinistro a giro sforna un gol praticamente da applausi. La Juventus si impossessa del campo, mentre il City cerca invano di oltrepassare la linea difensiva bianconera.

Termina con il risultato di 1-2 la prima partita dei gironi di Champions League. La Juventus torna a fare paura, mentre il City conferma la sua fama di spendaccione ma come si suol dire “tutto fumo e niente arrosto”.

 

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.