Fast and Furious

Fast and Furious arriva al traguardo. Stop alle corse più pazze del mondo. Il noto film di gare automobilistiche, con il settimo ed ultimo capitolo arriva al suo epilogo. Termina cosi una saga, che con le sue scene mozzafiato ha tenuto gli occhi di miliardi di spettatori incollati al maxi schermo. Unica nota dolente la scomparsa del suo co-protagonista.

Ma “morto un Papa se ne fa un altro”, una frase azzeccata per ogni contesto della vita. Quando muore un attore, il film a cui stava lavorando si gira lo stesso, è una regola sacrosanta, d’altronde “The show must go on”.

Pensando a Paul Walker, “The Show Must go on” per un finale da favola

Per molti dei suoi fans l’epilogo è avvenuto lo scorso 30 novembre, con la morte dell’attore co-protagonista Paul Walker, scomparso a soli 40 anni, per ironia della sorte, in un tragico incidente stradale.

Nonostante un’improvvisa battuta d’arresto alle riprese di “Fast and Furious”, la produzione (dopo numerosi tentennamenti sulla prosecuzione o meno della pellicola, e la ricerca del degno sostituto di Paul) ha deciso comunque di portare avanti  il film, ritardando però l’uscita nelle sale cinematografiche, che, per la gioia dei fans di tutto il mondo, avverrà il 2 aprile 2015.

Con la scomparsa di Paul, il regista James  Wan ha fatto del suo meglio per tenere unita la, ormai, famiglia degli attori che hanno lavorato insieme durante tutti questi anni, complice anche l’altro protagonista Vin Diesel, che con il suo temperamento ha aiutato tutti a superare i momenti di scoraggiamento, assolvendo dunque al suo ruolo di mentore anche nella realtà,  come  dichiara il regista nel comunicato ufficiale.

Comunicato in cui non poteva non comparire una nota dedicata all’attore, amico e collega Paul Walker, accompagnata da una emozionante foto di Vin Diesel, seduto su un guardrail, triste e pensieroso, con il braccio fasciato, probabilmente a causa di una ferita sul set.

Quindi “The show must go on”, Fast and Furious ritorna, per regalarci un ultima folle corsa,  ma con un affettuoso sguardo al passato, o meglio ad uno degli attori che ha reso Fast and Furious un vero e proprio colossal del cinema internazionale.

Quindi non ci resta che aspettare poco meno di un anno, per rivedere la conclusione della saga, mentre adesso possiamo solo unirci all’intera troupe del film, e salutare il grande Paul, sperando che ovunque si trovi continui a fare le stesse identiche follie che per anni ci hanno esaltato, emozionato, e tenuti incollati allo schermo.

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.