Mina torna a Sanremo. No, non interromperà il suo dorato esilio che l’ha resa magicamente immateriale, non si manifesterà sul palco dell’Ariston, dal quale manca dal 1961. Ci sarà, come vuole la regola, la sua voce.

Questa volta, nel festival che inizia domani, niente lirica e nemmeno pop, Mina sarà modernissima, in perfetto stile electro swing, con tanto di campionamenti e scratch da dj, per fare da colonna sonora alle danze di JSM, al secolo Sven Otten, ventinovenne tedesco che, partendo da YouTube, si è guadagnato una fama internazionale e decine di milioni di follower. Il brano è All night di Parov Stelar, dj e musicista austriaco, rieditato per l’occasione con la voce della “divina”.

Un “evento”, dunque, che vedrà Mina protagonista con una “canzone” da 75 secondi, perfetta per il tempo di un clip da social network. “È una provocazione “, dice Massimiliano Pani, figlio di Mina e suo insostituibile partner produttivo, “ancora una volta, dimostra quanto è avanti, quanto è duttile”.

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.