Spezia-Perugia 1-0

Cade ancora il Perugia, battuto 1-0 dallo Spezia nel primo turno infrasettimanale di serie B. Una sconfitta che va a sommarsi al brutto pari di sabato scorso contro il Crotone e all’insuccesso di Pescara. Ora la situazione comincia a farsi preoccupante, non tanto per la classifica – siamo solo all’alba di questa stagione – ma per la poca intensità mostrata per lunghi tratti del match e per la difficoltà nel creare occasioni da rete. Anche stasera è mancato il guizzo, la giocata vincente che avrebbe potuto indirizzare la sfida su binari ben diversi

12033495_421377681387585_798819537_n

Nota positiva, DROLE’. Le voci non mentono, il giocatore sembra davvero avere delle qualità impressionanti. Entra nel 22°minuto del secondo tempo e riaccende una squadra spenta. Dribbla con una magia due giocatori e per poco di sinistro non trova la porta. Si esibisce in una serie di scatti che fulminano il terzino sinistro dello Spezia, sempre con una tecnica e un controllo della palla fuori dal comune.

Fornisce tre assist ai compagni dalla fascia destra che però non riescono ad approfittarne. Drolè sembra davvero colui che per mesi è stato rievocato nella città di Perugià, vale a dire Pelè. La sua corsa, il dribbling e la tecnica ricordano molto il giocatore brasiliano che però non si è mai messo in gioco nel calcio italiano. Drolè sembra conquistarsi ogni giorno di più la fiducia di tutti, soprattutto di Bisoli il quale è parso molto contento dalla performance del ragazzino ivoriano classe ’97.

Al dì fuori del campo, Drolè è un ragazzo serio e molto intelligente, che si fa volere bene dai compagni per la simpatia e l’umiltà. Lavora molto durante gli allenamenti, mettendosi sempre e in costante silenzio a disposizione dell’allenatore, aspettando quel qualcosa in più che si pensa, ormai, sia scritto nel suo destino.

 

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.