Stiamo parlando di un gioco, un semplice gioco, e non di uno di quei film horror già visti e rivisti in cui un gruppo di ragazzi bloccato in una parte sperduta del mondo, si ritrovano inseguiti da un pazzo maniaco omicida. Until Dawn è decisamente qualcosa di più, è un coinvolgimento totale del giocatore. Le continue parti in cui il giocatore deve necessariamente prendere una decisione tra le sole, uniche, due possibilità, riescono ad immergerlo pienamente nell’angoscia e nel terrore vissuti dai personaggi nell’arco della storia del gioco.

Chi vuoi salvare tra tizio e caio?

7358891e0f0557c36888f751f7f1f6a7

Una novità molto interessante, è la possibilità di tramutare la trama in base alle scelte. Se sceglierete una risposta anziché  l’altra, non restate impressionati se alla fine del gioco doveste assistere ad una carneficina piuttosto che ad un lieto fine. Non sarà facile scegliere la cosa giusta durante inseguimenti, sfide a tempo, momenti colmi d’ansia. Quindi calma e sangue freddo! E’ solamente un gioco. In questo caso anche i più coraggiosi infine si sono ritrovati con le ginocchia alla gola.

Ecco a voi la critica internazionale

The Jimquisition – 9.5
Games Beat – 90/100
God is a Geek – 8.5
Vandal Online [Spagna] – 8.2
Shacknews – 8
Post Arcade – 8
EGM – 8
VideoGamer – 8
Gamespot – 8
IGN.com – 7.5
USgamer – 3.5/5
Destructoid – 7
Games Radar – 3.5/5
Polygon – 6.5

Con la partecipazione straordinaria di Peter Storman, vi ritroverete in un horror dove la trama del “film” dipenderà solo da voi a dalle vostre scelte.

Lascia un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.